A vederla così non si direbbe, ma una stampante laser è dotata di un meccanismo precisissimo che ci permette di ottenere ottimi risultati di stampa in tempi brevissimi. La stampa quindi si conclude in pochi secondi, ma per arrivare a tale risultato è necessario che ogni ingranaggio faccia la sua parte. Per capire meglio come funziona una stampante laser, e quindi riuscire a penetrarne i segreti e le proprietà, è consigliabile continuare nella lettura di questo breve articolo. Per ulteriori delucidazioni sul mondo delle stampanti laser invece sarà meglio visitare il sito internet dedicato: www.stampantelasermigliore.it.

Per prima cosa dobbiamo conoscere le principali componenti di una stampante laser (gli ingranaggi di cui parlavamo sopra), ovvero: il laser, il toner e il tamburo fotosensibile. Queste tre sono le parti più importanti dello strumento, che svolgono un’azione decisiva nel processo di stampa.

      Il tamburo, ovvero una sorta di rullo, è dotato di una carica elettrostatica positiva. Questa gli permette di imprimere l’immagine;

      Sarà poi il laser, che invece ha una carica negativa, ad annullare l’effetto del tamburo là dove ci sono scritte o immagini da stampare. Questo passaggio avviene mentre il foglio scorre sul tamburo;

      Infine il toner, anche questo di carica positiva, imprime sul foglio le zone indicate dal laser. Questo avviene perché la carica negativa del laser attira quella positiva del toner.

      Una volta terminato di stampare un getto di aria calda sarà indirizzato sul foglio, in modo che l’inchiostro asciughi in fretta e molto facilmente.

Finito tale processo l’immagine, o le parole, saranno ben visibili sul foglio. Tutto questo iter in realtà dura una manciata di secondi, in quanto le componenti lavorano a una velocità sostenuta. Le stampanti laser infatti sono ideali da tenere in ufficio, oppure in casa se abbiamo bisogno di stampare una gran mole di documenti in poco tempo. Solitamente si possono fare fino a 10 o 15 pagine al minuto (il tempo cambia in caso di immagini o di scritte per esempio). Inoltre le immagini o scritte saranno impresse immediatamente sul foglio, che non avrà bisogno di un’asciugatura lenta e poco precisa (come nel caso delle stampanti inkjet).