Conservare il cibo sotto vuoto – ma anche altre cose che facilmente si deteriorano per il contatto con l’aria – è possibile utilizzando una delle moderne macchinette per il sottovuoto che riescono, eliminando l’aria e quindi l’ossigeno, a rendere più lunga la “vita” dei cibi sia al naturale che cotti.

Acquistarne una delle tante presenti sul mercato, non è sempre facile anche se la macchina è piuttosto semplice da gestire. Per cui meglio prima di tutto leggere informazioni utili come quelle contenute in questo sito www.macchinapersottovuoto.it e solo dopo provvedere all’acquisto.

Sono dette anche confezionatrici o sigillatrici sotto vuoto ma svolgono il compito di asportare l’aria che, a causa dell’ossigeno, permette un rapido deterioramento degli alimenti.

Va inoltre ricordato che queste macchinette non sono simili a quelle adottate dall’industria alimentare ma essendo ad uso domestico si presentano con funzioni e caratteristiche più semplici e intuitive.

Allora vediamo in un rapido elenco questi criteri basilari per acquistare una macchina per il sottovuoto domestico. Anzitutto il valore del vuoto da intendere come la quantità di aria che la macchina riesce ad estrarre dai contenitori in particolare i sacchetti. Maggiore quantità d’aria toglierà, meglio se tutta quanta, più a lungo durerà la conservazione. Il vuoto si misura in millibar e una buona macchina dovrebbe avere un valore di 800\900 mbar.

Altro elemento è rappresentato dalla “portata della pompa” ovvero quanta aria la pompa riesce ad estrarre in un minuto, e questo elemento indica la velocità di lavorazione della macchina. Più alto sarà questo valore, più rapida sarà la velocità di estrazione dell’aria dai contenitori e più rapido il processo di messa in sottovuoto.

Poi considerate la potenza del motore che influisce sulla resistenza della macchina e sulla capacità di non surriscaldarsi della macchina. Si devono poi considerare i cicli di saldatura cioè il processo completo per ottenere il sottovuoto fino alla sigillatura dei sacchetti in alcune macchine, diversi in base ai cibi da sigillare.

Altro elemento è la regolazione della temperatura  per poter usare sacchetti diversi da quelli in dotazione più sottili o più spessi. Maggiori informazioni sul sito linkato in precedenza, con opinioni, recensioni, classifiche delle migliori macchine sottovuoto.